Nuove disposizioni di legge trasformano sostanzialmente le società a responsabilità limitata in società a responsabilità illimitata.

L’art. 378 Codice della crisi di impresa che sarebbe entrato in vigore dal 15 agosto 2020, e che la pandemia ha differito all’1 settembre 2021, ha modificato l’art. 2476 codice civile aggiungendo il comma 7 e pertanto gli amministratori delle società a responsabilità limitata saranno responsabili con il proprio patrimonio dei debiti della società se il patrimonio della società è insufficiente.

Pertanto, è giunta la “fine” della responsabilità limitata.

Probabilmente gli elevati rischi per gli amministratori delle s.r.l., che spesso sono anche gli unici soci, indurranno a non costituire più nuove s.r.l. e ad estinguere le esistenti.

Tuttavia, resta sempre possibile in applicazione di norme UE e delle altre norme internazionali, costituire in Italia società con forma prevista dagli ordinamenti giuridici degli altri paesi UE o, in alternativa, di consentire a società con sede all’estero di svolgere la propria attività in Italia senza quei problemi e quei rischi riguardanti la responsabilità, che entreranno in vigore nel 2021.

 

Milano, 2 Ottobre 2020

Chiedi una Consulenza


Babino Falcone & Falcone offre una consulenza altamente specializzata, sia giudiziale che stragiudiziale, grazie ad un team di professionisti dotati di un know how acquisito in ventuno anni di intensa attività professionale.